Codice Ambientale
Studi e Ricerche, Consulenza, Assistenza e Formazione su Ambiente e Rifiuti

I PIANI SUI RIFIUTI REGIONALI E LORO ATTUAZIONE PROVINCIALE, A.T.O., COMUNALE: CRITERI OPERATIVI 2006-2007.

Come si è già avuto modo di far notare in precedenti interventi[1], il D.Lgs. 31 marzo 1998, n.112 (attuativo della Legge delega 15 marzo 1997,n.59) nel disciplinare la gestione dei rifiuti (Sezione V) all’art.85 ha stabilito il criterio di attribuzione delle funzioni e dei compiti che è la riserva allo Stato di quelli già indicati nel D.Lgs. 5 febbraio 1997,n.22  recante <Attuazione delle direttive 91/156/CEE sui rifiuti, 91/689/CEE sui rifiuti pericolosi e 94/62/CE sugli imballaggi e rifiuti di imballaggio>.
Nella previgente normativa la disciplina de qua  era dettata dagli artt. 19 e 22 del D.Lgs. 22/1997 [2] dove <Le funzioni amministrative attribuite alla regione spaziano dai compiti di programmazione a quelli di indirizzo e coordinamento nei confronti degli enti locali, dai compiti di natura normativa a quelli di natura provvedimentale, da funzioni promozionali a compiti di supporto conoscitivo>[3] .

Continua a leggere I PIANI SUI RIFIUTI REGIONALI E LORO ATTUAZIONE PROVINCIALE, A.T.O., COMUNALE: CRITERI OPERATIVI 2006-2007.

NUOVE USCITE

HO VISTO COSE

"Ho visto cose..Tutti i trucchi per rubare in Italia raccontati da un manager pubblico"



Iscriviti al canale YouTube di Studio Pierobon