Precedenti
Studi e Ricerche, Consulenza, Assistenza e Formazione su Ambiente e Rifiuti

SERVIZI PUBBLICI LOCALI IN MATERIA DI RIFIUTI E REGIME DI ESENZIONE DAL FORMULARIO PER IL TRASPORTO DEI RIFIUTI (2005)

Com’è noto la fase del trasporto dei rifiuti assume crescente importanza nell’ambito del sistema di gestione dei rifiuti, più esattamente dalla raccolta presso i produttori-detentori, con instradamento degli stessi rifiuti, fino agli impianti di destinazione finale, oppure verso stoccaggi[1], con la necessità-opportunità dell’ attivazione di controlli e di vigilanza, da parte dei soggetti preposti, anche per evitare modalità gestionali non solamente irregolari o illegittime, ma che (anzi) possono assumere – in taluni casi – le caratteristiche di comportamenti criminosi.[2]
Il trasporto di rifiuti ricade fra le attività di “gestione” come definite dall’art.1, lettera d) della direttiva 75/442/CEE[3] sui rifiuti (modificata dalla direttiva 91/156/CEE). Come tale, esso è soggetto al sistema di controlli istituito da questa direttiva: l’articolo 12 cit. direttiva stabilisce, infatti, che gli stabilimenti o imprese che provvedono alla raccolta o al trasporto di rifiuti a titolo professionale, o che provvedono allo smaltimento o al recupero per conto di terzi (commercianti o intermediari) devono essere iscritti presso le competenti autorità qualora non siano soggetti ad autorizzazione.

Continua a leggere SERVIZI PUBBLICI LOCALI IN MATERIA DI RIFIUTI E REGIME DI ESENZIONE DAL FORMULARIO PER IL TRASPORTO DEI RIFIUTI (2005)

NUOVE USCITE

HO VISTO COSE

"Ho visto cose..Tutti i trucchi per rubare in Italia raccontati da un manager pubblico"



Iscriviti al canale YouTube di Studio Pierobon