Emergenze
Studi e Ricerche, Consulenza, Assistenza e Formazione su Ambiente e Rifiuti

SITUAZIONE DI CRITICITA’ (O EMERGENZIALE ?) NELLA GESTIONE DEI RIFIUTI NELLA REGIONE SICILIA, DA ULTIMO CON L’O.P.C.M. N.3537 DEL 28 LUGLIO 2006: UNA PRIMA LETTURA.

L’emergenza per la Regione Sicilia è stata dichiarata con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 gennaio 1999, dopo la segnalazione in data 2 dicembre 1998 del Presidente di quella Regione, dove si rappresentava <la grave crisi determinatasi nel settore dello smaltimento dei rifiuti urbani, che ha assunto il carattere di emergenza igienico-sanitaria con risvolti anche di ordine pubblico>.


  Infatti, in quegli anni, la gestione dei rifiuti avveniva per lo più utilizzando, tramite lo strumento delle ordinanze sindacali contingibili e urgenti, le numerose (centinaia: esattamente 325! ) discariche (anche abusive). In effetti, all’epoca <Lo stesso piano regionale di smaltimento dei rifiuti, approvato con decreto presidenziale n.35 del 6 marzo 1989, risulta basato sullo smaltimento in discarica e comunque soltanto poche delle discariche previste risultano realizzate, mentre i pochi impianti a tecnologia complessa in esercizio non sono adeguati ai più recenti requisiti tecnici che garantiscano un corretto esercizio>,  talchè  <la gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti va immediatamente riportata sotto controllo, impedendo l’introduzione di rifiuti provenienti da altre Regioni ed operando riforme strutturali nel settore della raccolta, del trasporto, della valorizzazione, del recupero di materie e di energie>.[1]


Continua a leggere SITUAZIONE DI CRITICITA’ (O EMERGENZIALE ?) NELLA GESTIONE DEI RIFIUTI NELLA REGIONE SICILIA, DA ULTIMO CON L’O.P.C.M. N.3537 DEL 28 LUGLIO 2006: UNA PRIMA LETTURA.

NUOVE USCITE

HO VISTO COSE

"Ho visto cose..Tutti i trucchi per rubare in Italia raccontati da un manager pubblico"



Iscriviti al canale YouTube di Studio Pierobon